ANALISI DI UN CASO DI SUCCESSO: SHPOCK

Di recente mi sono iscritto a un sito internet: shpock.com, un mercatino virtuale per acquistare e vendere oggetti. Sono rimasto davvero molto ben impressionato dalla loro comunicazione e dalla applicazione di molti principi di

linguistica di persuasione. Vediamoli insieme.

  1. Partiamo dal principio: dopo aver effettuato l’iscrizione, mi ringraziano… senza dire grazie, con un perfetto “siamo felici che su sia qui” (vedi foto). Applicazione del principio di cui parlo spesso: ringraziare senza dire grazie. Dal punto di vista della persuasione linguistica è semplicemente perfetto. Ricorda che se vuoi guadagnare carisma e autorevolezza agli occhi di chi ti legge e alle orecchie di chi ti ascolta, questo principio è fondamentale. Puoi dire moltissime cose per esprimere gratitudine e per ingraziarti il pubblico, senza necessariamente (almeno, all’inizio) esporti dal punto di vista psicologico (se vuoi saperne di più, in questo blog ho ampiamente parlato di questo argomento).
  2. Nella seconda foto trovi espressa l’applicazione di un’altra serie di regole essenziali per la persuasione linguistica di cui parlo spesso. Anzitutto, l’uso di indicativi e imperativi al tempo presente: “iniziamo”, “scopri”, “acquista”, “vendi”. Nessun condizionale, né futuro. Poi, l’assenza di parole e verbi tossici, come il famigerato “provare”. Infine, la struttura dei comandi a blocchi di 3: “scopri, acquista, vendi”. Anche in questo caso, perfetto. Dai tempi di Aristotele e fino ai giorni nostri, la regola è chiara: quando vuoi persuadere qualcuno con le tue argomentazioni, fai in modo che siano tre. E se ti stai chiedendo se sei in grado di farlo, il presidente Obama ti direbbe: “yes, you can” (tre parole).
  3. Nella terza foto, altre due perle: l’uso della E che guida il lettore dopo tutte le meraviglie precedenti. E l’uso di un altro imperativo (“divertiti!”) a conclusione del tutto. Un accenno al “chi siamo noi” in fondo, quasi anonimo. Infine, nota anche come tutta la comunicazione sia basata su un impianto emozionale: da “gli acquisti facili e divertenti” della prima foto al “cose belle” e “cose che ti piacciono” della seconda foto, al “divertiti” finale. Ben fatto.

Screenshot 2016-03-29 08.20.06 Screenshot 2016-03-29 08.20.20 Screenshot 2016-03-29 08.20.48

 

Vuoi saperne di più sulla magia del linguaggio? Leggi qui:

PAROLE PER VENDERE

PNL PER LA VENDITA

PNL PER LE PRESENTAZIONI AD ALTO IMPATTO (NEW!!!)