I LIBRI DI AGOSTO: RECENSIONI IN 59 SECONDI!

Ciao a tutti! Con grande piacere, ecco a te i i libri che ho letto ad Agosto. Come sempre, di vario genere (la curiosità è importante…) e, come sempre, di varia qualità. Prima di tuffarci nelle recensioni, un sentito Grazie a tutti coloro che – ancor prima dell’uscita ufficiale – hanno acquistato “Respira come se fossi felice”: è balzato in cima alla classifica dei best seller de “Il giardino del libro” e, ad oggi, è ancora al primo posto nella Top 100. Ci sono state numerose persone che ne hanno ordinate 5, 6, 10, 13 e… persino 15 copie a testa, senza nemmeno averlo letto. Lusingato e felice.

Ricorda che ti basta cliccare sul link per andare direttamente alla scheda del libro.

MIND CONTROL, LANGUAGE PATTERNS, di Dantalion Jones (lingua inglese). Il titolo è molto accattivante e promette un po’ più di quel che mantiene, ma il libro è bello: si parla, in sostanza, di PNL (quindi, per gli esperti, nulla di straordinariamente nuovo) e delle principali figure linguistiche che ne caratterizzano l’impianto. Utile. Voto: 8.

WORDS CAN CHANGE YOUR BRAIN, di Andrew Newborn (lingua inglese). Non fosse che, a tratti, sembra di leggere il libro di un tizio in preda a crisi mistica, gli avrei messo un dieci pieno. L’autore, perso in mille riferimenti biblici, parla di come le parole, dal punto di vista chimico, influenzano il nostro cervello e, quindi, il nostro modo di stare e le nostre percezioni. Basta questo per renderlo un libro da leggere. Importante. Voto: 8 1/2.

SPEECH WRITING, di Simon Lancaster (lingua inglese). Gran lavoro su come scrivere un discorso, contenente sia molti spunti pratici sia molte regole essenziali da conoscere. Utile non solo per chi deve scrivere discorsi per sé o per altri, ma anche per chi scrive Blog o per chi, semplicemente, vuole acquisire maggior padronanza della propria ars retorica. Accattivante. Voto: 8.

IL LIBRO DI DRACO DAATSON, di Salvatore Brizzi. Ormai, lui lo conosco e lo apprezzo per i suoi lavori sull’Alchimia. Qui, Brizzi ci racconta del suo incontro con una misteriosa donna che lo ha, dice lui, avviato ai misteri dell’Alchimia. Rispetto ai suoi precedenti lavori, netto calo di stile e moltissime ripetizioni, seppur con spunti interessanti. Alchemico. Voto: 6 1/2.

LA MIA LOTTA PER I DIRITTI ANIMALI, di Tom Regan. Puoi essere interessato o meno alla questione dei diritti animali, ma di certo puoi scegliere di saperne di più, per avere maggiori informazioni oltre quelle che i mass media e le multinazionali vogliono farti avere. Risvegliante. Voti: 7 per lo stile del testo, 10 per i contenuti.

TAROCCHI, di Rebecca Walcott. Eh, lo so. Te l’aspettavi? Eppure, nei commenti che l’autrice scrive delle carte, tantissimi spunti per la propria crescita personale. Fra i tanti che ho letto, questo merita davvero. Magico. Voto: 8 1/2.

I NUMERI NON SBAGLIANO MAI, di Jordan Eilenberg. Letto da me che ho sempre amato pochissimo la matematica, è tutto dire. Lui è un genio, e ti mostra la matematica nella vita di tutti i giorni, aprendoti gli occhi su molti aspetti della realtà quotidiana che, personalmente, non avevo mai considerato da questo punto di vista. Curiosissimo. Voto: 9.

LIBERAZIONE ANIMALE, di Peter Singer. Come per quanto riguarda il libro di Regan (vedi sopra), un lavoro denso e prezioso che – a prescindere dalle tue attuali convinzioni sull’argomento – dovresti leggere per arricchire la gamma dei tuoi punti di vista. Importante. Voto: 8 1/2.

LE 100 LEGGI DEL MARKETING POLITICO, di Matteo Spigolon. Esempio lampante di come, purtroppo, al giorno d’oggi qualsiasi cosa possa essere pubblicata. 100 aforismi barra pensieri (?) barra frasi fatte e sentite miliardi di altre volte. Vuoto. Voto: 0,5 (zero virgola cinque) e nemmeno il link, per protesta.

LA VIA DELLA LIBERAZIONE, di Dalai Lama. Per tutti coloro che desiderano approfondire la visione di un grande uomo del nostro tempo e conoscere da vicino la filosofia buddista e i modi pratici per poter sviluppare una più profonda consapevolezza del sè. Un libro denso, che solo a leggerlo ti fa sentire meglio e ti fa venir voglia di essere un uomo migliore. Elevante. Voto: 10.

VITAMINE, di Bruno Ciaramella. Libro acquistato di impulso, dopo aver scambiato due parole con l’autore, su Facebook (per chi dice che i social sono inutili, spesso è vero il contrario). Libro utilissimo che parla di vitamine e di come possono renderci la vita molto più semplice, a saperle usare. Facile, veloce e molto schematico, proprio come piace a me. Vitaminico. Voto: 9.

UCCIDERESTI L’UOMO GRASSO? di David Edmonds. Eh, bel dilemma. Edmonds analizza uno dei dilemmi che, da oltre un secolo, affascina pensatori, scienziati e filosofi, portandoti a scoprire parti di te che, forse, ignoravi. Perché tutti noi abbiamo le nostre idee chiare su quel che faremmo e su quel che non faremmo. Fino a che ci troviamo a un bivio, e dobbiamo per forza scegliere. Stimolante. Voto: 8 1/2.

IL CASO DI NORA, di Moshe Feldenkrais. Dico solo che dopo questo libro ho ordinato tutti i lavori di questo straordinario personaggio che ha fatto dello studio della connessione mente e corpo la sua missione nella vita. Grande favorito di Bandler (ecco perché ho letto il libro), Feldenkrais qui racconta la sua avventura con una paziente molto particolare. Ricchissimo di intuizioni e spunti davvero molto utili. Rivoluzionario. Voto: 9.

PS:

Freschi di stampa anche i miei due ultimi gioielli,

PNL PER LE PRESENTAZIONI AD ALTO IMPATTO e

RESPIRA COME SE FOSSI FELICE!