I LIBRI DI MARZO: RECENSIONI IN 169 SECONDI

Ciao a tutti, eccoci all’appuntamento di fine mese con le recensioni dei libri che ho letto. Come sempre, per ogni titolo trovate il link corrispondente per la scheda completa e le mie valutazioni personali. Buon divertimento e buona lettura!!! (ps: questo mese, letture monotone: cervello e buddismo!)

COMUNICAZIONE DI MASSA E SCIENZA DELLA MENTE, di Stefano di Pietro. Nel cercare il link, ho visto che è esaurito. Volendo, potete recuperarlo in qualche libreria… anche se, a dirla tutta, non so se lo sforzo vale il risultato. Molto dedicato alla politica, pochi spunti innovativi (rispetto alle mie precedenti letture, s’intende). Voto: 7.

UN CERVO IN METROPOLITANA, di Desmond Morris. Lui è uno zoologo di fama mondiale, ed è una fra le massime autorità per quanto concerne lo studio dei comportamenti umani. Il libro è una autobiografia – didattica, davvero prezioso per chi vuol saperne di più su come funzioniamo. Contiene vere chicche, anche se non è il massimo della scorrevolezza. Voto: 8 1/2

LA SCIMMIA NUDA, di Desmond Morris. Una delle mie prime letture, di tanti anni fa. L’ho ripreso dopo la canzone di Sanremo… e ho riletto con piacere dinamiche comportamentali davvero affascinanti. Libro storico e imprescindibile su chi siamo, da dove veniamo e come funzioniamo. Voto: 9

LA MENTE SUPERUMANA, di Berit Brogaard. Interessante lavoro basato sul modellamento di strategie di successo utilizzate da chi ottiene risultati. Spunti molto buoni, utilissimo per scoprire che, magari, c’è un modo diverso di fare le cose, per ottenere ciò che desideri più rapidamente e con minor fatica! Voto: 8

VENDERE L’IMMATERIALE, di Annamaria Milesi. Libro sul marketing dei servizi e delle idee, con importanti analisi del marketing sensoriale, ovvero di come i sensi ci influenzano quando prendiamo le nostre scelte. Adatto sia ai non addetti ai lavori sia a chi il marketing lo fa di mestiere (o dice di farlo). Voto: 9

LE 37 PRATICHE DEL BODHISATTVA, di Ken Mcleod. Bellissimo e semplicissimo testo che contiene 37 strofe dedicate ad altrettanti atteggiamenti da sviluppare per raggiungere l’illuminazione. Ogni strofa è accompagnata da un commento scritto in modo semplice e molto diretto. Da leggere. Voto: 9.

EVOLUZIONE DEL CERVELLO E COMPORTAMENTO UMANO, di Paul D. Maclean. Il saggio che mi ha ispirato il lavoro di integrazione fra PNL e sistema dei tre cervelli. Molto tecnico, ma essenziale per conoscerci meglio (e, quindi, sfruttare al meglio il nostro potenziale). Voto: 9 (non metto 10 perché so che si può usare uno stile più divulgativo, volendo). – Niente link, libro irreperibile on line – 

SUPER GENI, di Deepak Chopra. Ogni volta ci ricasco, mi lascio ingannare dal titolo e da qualche frase sparsa qui e là e poi mi ritrovo con il solito Chopra di sempre. Stesse cose, sempre quelle. Sempre sempre? Sempre. Voto: 7 (per il libro in sé) e 2 (per l’originalità).

I FONDAMENTI DEL QIGONG, di Cen Yuefang. Vi dico solo che l’esordio del libro è dedicato al “controllo che noi possiamo esercitare sulla nostra mente”. Sapete come la penso: la padronanza del sé è lo strumento fondamentale per poi applicare tutti gli altri. Da leggere. Voto: 9.

LE ORIGINI DELL’UMANITÀ, di Richard Leaky. Saggio non proprio leggerissimo che parla di noi e della nostra storia. Interessantissima la parte in cui si parla dello sviluppo del linguaggio. Per appassionati. Voto: 8.

IF YOU’RE NOT FIRST, YOU’RE LAST, di Grant Cardone. Lui in America è un guru e ha un successo strepitoso. Personalmente, il libro è una ripresa di concetti che ormai sanno anche i bambini, che sono poi quelli che Brian Tracy, dopo 400 anni, continua a ripetere: tratta bene il cliente, sii competitivo, usa atteggiamento positivo e altre originalità del genere. Titolo eccellente, però. Voto: 3.

 

PS:

nuova edizione (ho perso il conto, credo siamo alla DECIMA!!!) e nuova copertina per il mio primo libro… che ancora ha tanto da dire. Vi piace la copertina?