I LIBRI DI SETTEMBRE, 10 RECENSIONI IN 100 SECONDI

Mese tosto, con libri impegnativi, tutti altamente stimolanti. Niente di facile, vi avviso. Ma tutto molto, molto utile.

TRE AMICI IN CERCA DI SAGGEZZA, di Ricard, André e Jollien. Tre menti eccelse che parlano di meditazione, crescita personale, sviluppo del sé. Un dialogo a tre che probabilmente rende un po’ complicata la lettura (preferisco i saggi che espongono le informazioni in modo più lineare) ma certamente righe di altissimo spessore, basilari per chiunque al successo materiale e numerico voglia aggiungere quello spirituale. Voto: 9.

LA SCOMPARSA DEL PENSIERO, di Ermanno Bencivenga. Saggio fra filosofia e sociologia che prende le mosse dalla situazione attuale, piena di stereotipi e massificazione. Certamente un lavoro di alto valore, poco coinvolgente per quel che mi riguarda. Voto: 8.

SE QUESTO È UN UOMO, di Primo Levi. Lo rileggo una volta all’anno. A volte, per ricordarmi quanta forza interiore possa avere un essere umano… altre volte semplicemente per deliziarmi di una prosa magnifica. Insomma, opera immortale. Voto: 10.

IL CERVELLO IN CUCINA, di David Di Salvo. Il mio saggista preferito, autore di capolavori sul science-help che ho già recensito in altri post. Qui, prende in esame una serie di dinamiche che riguardano il rapporto cervello – uomo – cibo. Un libro gustosissimo, direi, per tutti coloro che sono affascinati da come funziona la nostra mente. Voto: 10.

EXPONENTIALS ORGANIZATIONS, di Salim Ismail. Capolavoro per chiunque voglia sapere come funziona il business su larga scala e progettare la propria attività professionale o imprenditoriale con nuovi criteri, nuovi punti di vista e verso le ultime frontiere di questo mondo che cambia così rapidamente. Mi è piaciuto tantissimo, per la ricchezza di idee e i mille esempi. Particolarmente consigliato ai business coach o aspiranti tali, per avere un vocabolario e un bagaglio di aneddoti da poter spendere in azienda. Voto: 10.

METAFORA E VITA QUOTIDIANA, di George Lakoff. Rilettura ciclica di un’opera che ha mutato in modo radicale il mio modo di vedere il mondo, e il linguaggio. Le metafore come mai nessuno, in nessun modo, le ha spiegate. Testo complesso, profondo, a tratti ostile. Eppure, illuminante, sempre, a ogni lettura. Voto: 10.000.

INFLUENZA INVISIBILE, di Jonah Berger. A parte la salassata dei 28€, il libro si presenta come l’ennesima raccolta di studi sul comportamento umano e la persuasione. Le leggi di base sono sempre le stesse, anche se la ricchezza di ricerche e studi certamente porta il lettore a comprendere ancora meglio le dinamiche che governano il pensiero e l’agire umano. Perciò, due voti: se non avete letto nulla sulla persuasione comportamentale, voto 9. Se avete già un minimo background, allora voto 7.

4 ORE LA SETTIMANA PER IL TUO CORPO, di Tim Ferris. Amo Ferris perché è un pazzo fanatico. E, anche se farò un decimo delle cose che dice di fare, certamente è un libro illuminante. Il concetto di Dose Minima Necessaria mi ha davvero aperto gli occhi (lo conoscevo da un pezzo, ma come la sistema lui… è gran cosa). Ricerche, esperienze personali, uno stile aggressivo e davvero godibile. Da leggere. Voto: 10

IL CERVELLO IMMAGINANTE, di Salvatore Peccarisi. Oh, che sorpresa. Attraverso dialoghi immaginari che vedono protagonisti professori e studenti che si scrivono sui social (bella idea, poco credibile che su Facebook si trovino discussioni del genere, ma chissenefrega!), un viaggio nelle dinamiche del cervello, fra ormoni e neurotrasmettitori. Se sei un mio lettore, probabilmente sei appassionato di neuroscienze e cervello: questo libro è assolutamente da leggere. Voto:10.

LA SACRA SESSUALITÀ, di Salvatore Brizzi. Lui mi piace sempre e anche stavolta si conferma grande scrittore, in un viaggio alchemico nel mondo del sesso, con spiegazioni davvero esaustive e mistiche di come funziona davvero. Molto pruriginoso! Voto: 9

Alla prossima!!!